RECENSIONE Stelle fuori posto

12:36


STELLE FUORI POSTO 
di Francesco PUCCIO

Lo leggi in 3 minuti.

"È passata più di una settimana e ormai inizio a farmi un'idea dei ragazzi che ho di fronte. È un'umanità varia con alcune caratteristiche comuni: scarso o nullo interesse per quello che si fa a scuola, l'idea di un istituto parcheggio dove passare il tempo in inverno e la convinzione che esista una sorta di antica colpa dei genitori, scontata in parte con il pagamento di una salata retta scolastica."


Francesco Puccio, l'autore, è nato nel 1982 a Cava de' TirreniDirettore artistico del gruppo teatrale Kalokagathoi laureato in Lettere classiche, è scrittore, poeta, regista e ricercatore. Stelle fuori posto è il suo primo libro che, con 5 ristampe, ha conquistato il pubblico con la sua limpidezza.

La storia, totalmente autobiografica, racconta di Sergio, un giovane professore assunto in un liceo privato di Roma che lascia il suo paese natale, il suo passato e la sua innocenza per crescere e dare finalmente una svolta alla propria vita.
Quello a cui rinuncia sono gli amici, la famiglia, l'amore a vantaggio di quello che troverà: se stesso, attraverso gli sguardi e le parole dei suoi studenti.

La narrazione è breve ma molto intensa. Stelle fuori posto racchiude in poche pagine la formazione di un uomo, che lascia andare il ragazzo che era, senza mai scordarlo del tutto.

Lo stile è decisamente poetico, nella scelta dei vocaboli e della punteggiatura. È poesia pura quella di Puccio, che con il suo delicato flusso di coscienza ci scaraventa nel suo mondo, come se ogni pagina fosse un varco temporale per le emozioni che lui racconta, ma che ha anche vissuto in prima persona. 

È un libro che riesce a divertire e a far riflettere il lettore allo stesso tempo: questi ragazzi che parlano romanesco con il loro prof. sono la nuova generazione, ma sembrano aver poca voglia di esserlo, tra ingenuità e un'incoscienza dilagante.

A fine lettura Stelle fuori posto, ci sembra un esperimento letterario ben riuscito: intenso, sincero, a un tempo originale e universale, ma più di tutto amato dal giovane autore, che ha creduto di avere una buona storia da raccontare.

You Might Also Like

0 commenti

Fai sapere la tua! Sempre nel rispetto di tutti.