Porte Serpenoise

17:00


PORTE SERPENOISE

Tempo di lettura 1 minuto.

Nel bel mezzo del centro di Metz, tra Place Republique e la stazione, si erge una porta monumentale dalla pelle giovane ma dalla storia molto vecchia.

In origine, la porta Serpenoise era una grande cripta nelle mura, che marcava il confine sud della città gallo-romana. 

Nel 1473, grazie alla perspicacia di un fornaio, essa resistette ad un tentativo d'intrusione del duca di Lorena, mentre fu superata dall'esercito di Carlo 5° nel 1552. 
In seguito, per ragioni strategiche, fu nascosta
Fu riaperta nel 1851, durante la costruzione della stazione vecchia, in modo da collegarla meglio alla città. 

E' per questa porta che il principe Federico Carlo di Prussia entrò a Metz, in seguito alla capitolazione francese nel 1870.

Nel 1903, lo smantellamento delle fortificazioni urbane portarono al suo spostamento e al suo rimaneggiamento. Le autorità tedesche la ridussero a circa un quarto della sua grandezza e di quella delle quattro torri che la coronano. 

Questo simbolo nella città rimane una curiosità monumentale. E' sia arco di trionfo, sia carreggiata per il traffico, ma soprattutto ricordo dei tempi passati, grazie alle iscrizioni incise sulla pietra che spiegano la sua storia.

Per scoprire l'attigua Rue Serpenoise, clicca qui.

You Might Also Like

0 commenti

Fai sapere la tua! Sempre nel rispetto di tutti.