Estate d'autore #2

20:14

ESTATE D'AUTORE #2

23 luglio 2015, Torre San Giovanni - Ugento
Sul lungomare Annibale, presso i gazebo dei libri, si è tenuto il secondo appuntamento con Estate d'Autore, in una serata rilassante e piena di sorprese (clicca qui per conoscere i dettagli della prima serata).

Ospite dell'evento è stata Maria Francesca Mariano, autrice del libro "Salento. Racconti dal sud del mondo", presentato nella serata da Roberto Tanisi (Presidente della Corte di Assise di Lecce). 
Maria Francesca Mariano è nata a Galatina (LE), e dopo la laurea con lode in giurisprudenza è divenuta il magistrato più giovane d'Italia a soli ventitré anni. 
Oggi è Giudice della Corte di Assise di Lecce, impegnata nel contrasto alla criminalità organizzata soprattutto di stampo mafioso, oltre che in iniziative a carattere culturale.

Ha composto il testo teatrale “Falcone e Borsellino. Storia di un dialogo”, altri testi teatrali e musicali, i romanzi "Ha visto e non ha taciuto" e "Nel nome di Dio. Un Giudice Penale e un Sacerdote Mago", e infine l'ultima pubblicazione: "Salento. Racconti dal sud del mondo" dove raccoglie la storia di quattro donne, attraverso temi cari alla cultura salentina. 

Vediamo una breve sintesi dei quattro racconti: in “La danza” l'autrice esplora l’accoglienza riservata agli stranieri migrati nel nostro Paese tramite l’esperienza di un giovane giudice nel mito del tarantismo legato alla danza della pizzica; ne “Il soldato inglese” racconta la storia della Prima guerra mondiale e dei soldati inglesi, sepolti nel cimitero di Otranto, morti per proteggere la costa meridionale italiana; con “Il Tempio” narra il mistero dei resti archeologici che spuntano sul mare di fronte a Torre San Giovanni e dà prova di saper fondere con forza epica e grande leggerezza, mito e storia; infine nell'ultimo racconto “La cortigiana di Costantinopoli” rievoca le vicende che portarono alla costruzione della meravigliosa cripta di Otranto.

Ora, prendete la parte migliore del Salento, quella fatta di mare, sole, vento, terra, musica, danze, spiritualità, passione e semplicità, fate una bella spremuta e otterrete l'animo forte e sensibile di Maria Francesca Mariano.
È questa l'idea che mi sono fatta di lei vedendola e sentendola parlare.

Certo, sono comunque rimasta piacevolmente stupita quando nel bel mezzo della presentazione del suo libro, una lieve musica tarantata si è alzata nell'aria e un giovane ballerino ha invitato la scrittrice a danzare.
E lei non solo ha accettato, ma ha espresso tutto l'amore per la sua terra lasciandosi andare in un ballo frenetico e irresistibile, che ha chiamato a raccolta un centinaio di passanti, catturati dal fascino di quel ritmo.

È facile capire allora perché tutti i racconti del suo nuovo libro, siano ambientati nel Salento, vero protagonista e non solo sfondo, dei quattro suggestivi racconti. 
La Mariano ha compreso, spiegato e reinventato questo meraviglioso territorio in tanti modi diversi, ponendo l'attenzione sul suo lato più autentico, fatto di storia e di amore.

La serata è stata allietata da alcune letture del libro, che hanno reso perfettamente l'idea della genuina forza letteraria della scrittrice.

E infine i presenti, come per la serata precedente, hanno approfittato dell'iniziativa della libreria Antica Roma, del "muretto letterario", che ha offerto 50 metri di libri gratuiti per tutti!

Ecco il programma dei prossimi incontri:

Estate d'Autore, organizzata dalla Libreria Antica Roma e dall'associazione Granelli di Sabbia.

You Might Also Like

0 commenti

Fai sapere la tua! Sempre nel rispetto di tutti.