RECENSIONE L'intestino felice

18:20

RECENSIONE L'INTESTINO FELICE 
di Giulia & Jill ENDERS

"Ricordiamocelo: i batteri buoni fanno bene. Dovremmo nutrirli in modo da permettere loro di occupare più spazio possibile nell'intestino crasso.
A questo scopo, non bastano gli spaghetti o il pane bianco prodotti industrialmente con farina bianca. Occorrono fibre vegetali contenute nella frutta e nella verdura."

Le autrici

Giulia e Jill Enders sono due sorelle tedesche: una è ricercatrice e l'altra designer.
Insieme hanno dato vita ad una favolosa collaborazione che le completa a vicenda, da cui è nata l'idea di questo libro, diventato un caso letterario.
Giulia Enders, a soli 25 anni, è diventata una star mediatica per sue le doti di divulgatrice scientifica.

Il libro

L'intestino felice è un saggio di medicina accessibile a tutti.
Partendo dal suo amore per quest'organo complesso ed affascinante, Giulia Enders accompagna il lettore in un viaggio straordinario lungo il tubo digerente di un essere umano.

Gli argomenti sono divisi in 3 grandi capitoli, di cui vi trascrivo di seguito l'anteprima:

1. Che fascino l'intestino!
2. Il sistema nervoso dell'intestino.
3. Il mondo dei microbi.

Ricchi a loro volta di tantissimi sottocapitoli e paragrafi, per tenere sempre alta l'attenzione.
Partendo dalla bocca, ricca di terminazione nervose, fino alle popolazioni batteriche che compongono il microbiota dell'intestino crasso, con parole semplici e spiegazioni affascinanti, l'autrice ci rende partecipi di tutto ciò che succede nell'intestino di ognuno di noi.

Il libro è arricchito con preziosi consigli sui disturbi più comuni dell'apparato digerente, ed è aggiornato con gli ultimi studi fatti in questo campo.

L'intestino felice mi è piaciuto particolarmente perché Giulia Enders è riuscita a trasmettermi il suo amore per la perfezione del corpo umano.
Una volta conosciute le incredibili imprese che ogni singola cellula compie ogni giorno per noi, non si può non restare meravigliati e provare un'immensa gratitudine per il proprio corpo.

Ho apprezzato molto anche il tono leggero ed ironico dell'autrice, ed i simpatici disegni di sua sorella Jill, che sono utilissimi per comprendere bene alcuni concetti.

Credo che cercherò di leggere altri libri come questo, perché ho capito quanto sia importante capire come funziona il nostro corpo per apprezzarlo veramente.

L'intestino felice, mi ha insegnato:
(moltissime cose. Qui di seguito alcuni insegnamenti tra i più interessanti)

-Che la nostra saliva non è altro che sangue depurato e privato dei globuli rossi, e arricchito invece con un antidolorifico naturale, che mitiga un po' l'estrema sensibilità della bocca;
-Che quel rumorino che sentiamo provenire dallo stomaco, e che spesso pensiamo sia fame, è dovuto in realtà a dei simpatici "spazzini" che sono all'opera per ripulire per bene lo stomaco finalmente vuoto;
-Come sia nato lo yogurt, ovvero per caso. Quando un secchio di latte appena munto era stato lasciato per errore fuori casa, il mix di batteri della mucca e dell'aria aveva fatto sì che il latte liquido si raggrumasse in yogurt.

You Might Also Like

0 commenti

Fai sapere la tua! Sempre nel rispetto di tutti.