SULL'ARTE CONTEMPORANEA #2

16:42


SULL'ARTE CONTEMPORANEA #2

Lo leggi in 3 minuti.

Ritorniamo oggi a parlarvi con piacere dell'esperienza artistica che ha invaso l'Università del Salento.
Per leggere il primo racconto "Sull'arte contemporanea", clicca qui.

In questi giorni e fino al 16 dicembre 2014, il Monastero degli Olivetani sito accanto al monumentale cimitero leccese, è protagonista di un felice mélange color giallo fluo.

Salvatore Sava, artista contemporaneo di Surbo, espone en plein air riflettendo sulla sostenibilità dell'irrefrenabile sviluppo umano.
Utilizzando pietra locale, legno e ferro scompone il secolare ambiente sacro con scrupolosità, violenta un caratteristico fico d'India, e addobba con giocosità le verdi distese d'erba.












"Salento 2014", "Il giardino etico" e "Follie barocche", le istallazioni, ci parlano di un'attenzione estrema all'estetica del mondo costringendo il visitatore a fermarsi a riflettere sulla moralità contemporanea.
Il lavoro di Sava è un'esplosione d'apparenza che implode nella coscienza di ognuno di noi.

Se invece ci spostiamo nel nuovo complesso di via Birago che ospita il Dipartimento di Beni Culturali, fino al 30 ottobre 2014 possiamo apprezzare "Via" di Andrea Buttazzo e "Queens and the crowns" di Marco Mariano.

Queste due opere non potrebbero essere più diverse nei materiali e nello stile, e insieme più simili nel loro senso più profondo.
La prima, una serie di lastre in arenaria con impresse delle orme che salgono, ci suggerisce un sicuro avanzamento...

L'altra, una struttura geometrica in legno di rovere e ferro, sembra quasi inquadrare prospetticamente l'edificio di studio e ricerca.
Delle corone in gasbeton si inseguono in un'ascesa ideale e rigorosa...

Per uno studente alle prese con la tesi di laurea, entrambe sono dei simboli di positività e fiducia nella crescita culturale e personale.
Ancora una volta l'arte diventa linea guida, ispirazione e modello per l'animo umano!

Iniziativa in collaborazione con TASC e Cracc.
Ideazione e coordinamento progetto, Letizia Gaeta.
Cura scientifica, Massimo Guastella.

Informazioni su www.unisalento.it/mostre

You Might Also Like

0 commenti

Fai sapere la tua! Sempre nel rispetto di tutti.